HOME » News »

Imbiancatura pareti: pulizia prima e dopo

Imbiancare le pareti è sempre un duro lavoro e  per la preparazione delle pareti è necessario avere dei prodotti professionali a portata di mano.

Se sono presenti crepe o fessure è necessario servirsi di stucco in pasta già pronto e cremoso da utilizzare direttamente sul muro. Quando la parete presenta delle crepe è meglio eliminare immediatamente tutto l’intonaco che viene via, bagnare con una traccia di acqua e procedere immediatamente con la stuccatura, utilizzando una spatola.

Per le sbollature basta rimuovere la parte non aderente ed eseguire lo stesso procedimento descritto sopra, in alternativa per i fori effettuati con tasselli, basta togliere la parte del tassello rimasta e stuccare utilizzando prima della carta pressata all’interno del foro.

Il fissativo, quando utilizzarlo?

Questo prodotto è necessario nei casi in cui l’intonaco risulta nuovo, in presenza di innumerevoli stuccature ma anche per trattare delle vecchie pitture. Il suo scopo è quello di riuscire a rendere uniforme gli assorbenti del supporto, aumentando la resa della pittura che scorrerà più velocemente con un risultato ottimale.

La muffa: Come comportarsi?

Utilizzare prodotti specifici capaci di eliminare la muffa sui muri, solitamente per l’applicazione è richiesta una spugna o un pennello. Controllate i tempi di essicazione presenti sulla confezione dello stucco, quando sarà pronto potrete procedere a tinteggiare la parete.

Pulizie di fine lavori

Per terminare la vostra opera, ricordate di pulire con la massima attenzione i pavimenti, le finestre e soprattutto gli attrezzi. Infatti i pennelli andranno immersi in acqua tiepida, eliminando ogni traccia di pittura, lasciateli asciugare e riponeteli in modo che non si tocchino. Mentre per la pulizia delle gocce di pittura, basterà utilizzare il raschietto.

Fotogallery

zoom

 » Imbiancatura pareti: pulizia prima e dopo